salta al contenuto

Opposizione a sanzione amministrativa

Pagina aggiornata al 07/10/2016

L'Ufficio del Giudice di Pace competente per territorio è sempre quello del luogo ove è stata commessa o accertata l'infrazione.
Nel caso di opposizione a sanzione amministrativa il ricorrente può stare in giudizio anche senza il patrocinio di un legale.

Il termine per proporre ricorso in opposizione a sanzione amministrativa è di 30 giorni dalla data di ricezione dell'atto (notifica a mani, o - in caso di notifica postale - dal ritiro dell'atto o comunque decorsi 10 giorni dall'avviso ex art. 8 legge 890/1982 e successive modificazioni). Per computare il termine ultimo si contano materialmente 30 giorni escludendo dal computo il giorno nel quale si è ricevuta la notifica dell'atto, oltre l'eventuale periodo di sospensione feriale dei termini come stabilita dall'art. 1 legge 742/1969 e successive modificazioni (testo vigente, su www.normattiva.it).

Entro i suddetti termini, per l’iscrizione a ruolo, il ricorso deve essere:

  1. depositato all'Ufficio del Giudice di Pace di Firenze (ufficio del Ruolo Generale);
  2. oppure, in alternativa, inviato a mezzo raccomandata A.R. indirizzata all’Ufficio del Giudice di Pace di Firenze, Palazzo di Giustizia, viale Alessandro Guidoni 61 – 50127 Firenze. In questa seconda ipotesi, per dimostrare l’invio nei termini fa fede la ricevuta di spedizione postale.

Queste sono le uniche due modalità di iscrizione a ruolo della causa. È irricevibile il ricorso inviato via PEC, per e-mail o a mezzo fax.

Nella sezione Modulistica di questo sito sono resi disponibili i modelli necessari (Ricorso, Nota di iscrizione a ruolo).

Nella sezione Contributo Unificato si trova la tabella per il calcolo dei costi di iscrizione a ruolo (marche da bollo).

Nella sezione Contatti sono indicati l'ubicazione e gli orari di apertura delle cancellerie.

 

Esiste anche la possibilità di compilazione guidata del ricorso sul sito nazionale del Giudice di Pace on-line https://gdp.giustizia.it: tale compilazione assegna un numero di protocollo web, produce una nota di iscrizione a ruolo telematica (con codice a barre), e soprattutto permette di ricevere in automatico da sistema una comunicazione e-mail ogni qualvolta l’iter di causa subisca un aggiornamento (fissazione della data di udienza, eventuali differimenti o rinvii, numero della sentenza, avvenuto deposito della sentenza).
ATTENZIONE: questa procedura di pre-iscrizione web NON sostituisce l’iscrizione a ruolo che per legge deve avvenire in forma cartacea stampando il ricorso compilato on-line con la sua nota di iscrizione a ruolo telematica, e presentandoli all’Ufficio nei termini di legge (NON fa fede la data di pre-iscrizione web) esclusivamente nelle due modalità sopra indicate di deposito o spedizione. In caso di mancata formalizzazione dell’iscrizione a ruolo presso la Cancelleria, la pre-iscrizione web non riveste alcun valore giuridico e sarà cancellata dal sistema dopo 6 mesi.

 

All'Ufficio del Giudice di Pace è necessario presentare l'originale firmato del ricorso, corredato dall'originale dell'atto impugnato (verbale, cartella, ordinanza, etc.) + 2 copie per ciascun Ente opposto (controparte) ai fini di notifica da parte dell'Ufficio. Qualora si desideri copia di ricevuta con la data di deposito, presentare 1 copia in più.

Il ricorso non sospende l'esecuzione del provvedimento impugnato salvo pronuncia di accoglimento della sospensiva richiesta al giudice che vi provvede nell'ordinanza di fissazione dell'udienza. La eventuale sospensione va richiesta e motivata nel ricorso e può essere discussa anche in apposita udienza preliminare.

Il ricorso deve essere proposto dall'intestatario dell'atto notificato. Nel caso di sanzione stradale non immediatamente contestata ed elevata quindi al proprietario, è consigliabile proporre ricorso congiunto del proprietario e del conducente che interviene per riferire sui fatti posti a fondamento del ricorso; ciò vale anche per auto aziendali in uso a dipendenti e/o in leasing.
Si ricorda che è obbligatorio indicare il codice fiscale e per l'eventuale difensore anche la PEC e il numero di fax.
Pena l’irricevibilità, al ricorso deve sempre allegarsi l'atto impugnato; il ricorso deve essere redatto in lingua italiana e sottoscritto con firma autografa.
Nel ricorso deve essere dichiarato il valore della causa (valore della sanzione + spese di notifica) e, in base al valore, pagati i relativi importi di Contributo Unificato e Spese forfetizzate comprando le marche da bollo (in vendita dal tabaccaio) e apponendole sul ricorso o sulla nota di iscrizione a ruolo. Per il calcolo delle marche vedere la sezione Contributo Unificato.
Per i non residenti non è necessaria la domiciliazione nel Comune di Firenze o in Cancelleria: le notifiche (data di udienza e atti successivi) avverranno pertanto al domicilio eletto, o via PEC se fornita, mentre le comunicazioni saranno effettuate via e-mail, fax o telefono se forniti. E' consigliabile, qualora se ne disponga, fornire sempre nel ricorso anche i dati non obbligatori (telefono, fax, e-mail, PEC) al fine di facilitare le comunicazioni di Cancelleria.

Per eventuali ulteriori chiarimenti si consiglia di leggere anche le FAQ, in particolare le sezioni 1 e 2.

Una volta iscritto a ruolo il procedimento, per seguirne l’iter processuale fino alla sentenza consultare la sezione Servizi al cittadino di questo sito e selezionare l’opzione desiderata.

 

N.B. nel caso di opposizione agli atti esecutivi non va presentato ricorso ma si deve introdurre la causa con rito ordinario mediante citazione (artt. 615 e 617 cpc).

NOTA DI ISCRIZIONE A RUOLO TELEMATICA

La Nota di iscrizione a ruolo telematica (con codice a barre), che sostituisce quella ordinaria da compilarsi a mano, è richiesta agli avvocati difensori ma molto consigliata anche all’utenza diretta poiché offre gli stessi vantaggi della compilazione del ricorso on-line (comunicazioni e-mail inviate in automatico da sistema a ogni aggiornamento dell’iter di causa).

Come fare

Sul sito nazionale del Giudice di Pace on-line https://gdp.giustizia.it, nella stessa procedura guidata di compilazione del ricorso web è possibile compilare e stampare anche la sola nota di iscrizione a ruolo telematica.
Durante la procedura viene chiesto se si intenda compilare on-line anche il ricorso o no, e in caso contrario il sistema produce la sola nota di iscrizione a ruolo col codice a barre.

ATTENZIONE: la compilazione on-line della Nota di iscrizione a ruolo telematica NON sostituisce l’iscrizione a ruolo che avviene solo presentando all’Ufficio entro i termini di legge (NON fa fede la data di pre-iscrizione web) la documentazione cartacea nelle due modalità sopra indicate di deposito o spedizione.

 

Riservato ai soli avvocati difensori

Per la visualizzazione degli atti di causa sulla Consolle dell’avvocato e per assistenza telematica agli avvocati, e-mail assistenza.gdp.fi@gmail.com (servizio fornito dall’Ordine degli Avvocati di Firenze).